◄─ 18.09.'21

Ultime news

domenica 26 settembre 2021, ore 12:00

 HOME PAGE 

per una visualizzazione ottimale (come fosse IE) usate Lunascape

Salve, innanzitutto vi segnalo che queste "news" — dopo chissà quanto tempo — escono di domenica. Quindi stavolta la cadenza non è settimanale visto che solitamente le news uscivano di sabato, anche pochissimo prima della mezzanotte. Tutto è iniziato con il covid; allora decisi che avrei fatto uscire le news ogni sette giorni. Non vi spiego i motivi di questa variazione alla routine; spero che non vi faccia sclerare come Raymond eheheh. Dopo questa battuta (magari da evitare nel rispetto di chi è autistico in forma severa), passerei al consueto "prorogo"; i numeri del covid sono ancora in miglioramento: Rt a 0.82 ed incidenza finalmente sotto 50 casi settimanali ogni 100mila abitanti. Nessuna regione è a rischio alto, la pressione ospedaliera registra un'ulteriore flessione; insomma l'ondata sembra davvero attenuarsi. Il target dell'80% della popolazione vaccinabile [quella over 12] sembra ormai alla portata: quasi il 78% ha completato il ciclo ¦fonte¦; con una media di circa 200mila somministrazioni il giorno, si supererà l'80% entro settembre. Fra le persone immunizzate con una dose ci sono il 2,43% della popolazione residente che si era ammalata da non oltre 12 mesi. Rimane comunque uno "zoccolo duro" di non ha nemmeno una dose: il 21% dei 40-49enni; 16% 50-59; 11% 60-69. Le regioni/PA si registrano almeno un quinto della popolazione senza vaccini sono Sicilia, PA di Bolzano, Calabria, Valle d'Aosta, Friuli Venezia Giulia. Ricordo a lor signori/e che manca meno di un mese al greenpass obbligatorio in tutti i luoghi di lavoro. Non ci sarà distinzione fra pubblico e privato: già dal primo giorno, se non si ha il ‘certificato’, scatta l'assenza ingiustificata. Non ci sarà sospensione, ma solo la "non retribuzione". I controlli dovrebbero essere a campione a cura del datore di lavoro. Chi vuole può usufruire dei tamponi a costi calmierati; saranno gratuiti per chi non può vaccinarsi per motivi ovviamente validi. La Consulta ha bocciato la questione di costituzionalità sui dpcm; finora i tribunali amministrativi hanno bocciato i ricorsi dei cosiddetti no-vax. Solo a Firenze hanno ottenuto un esito per così dire diverso: il giudizio è rinviato al 02.02.2022, ma intanto le spese legali le devono pagare i ricorrenti [leggi]. Rimanendo in tema di covid, un ordine del giorno è stato accolto dall'esecutivo, quello di imporre ai virologhi il permesso dall'azienda sanitaria per disquisire, in qualsiasi luogo e mezzo, sull'epidemia. L'ho voluto scrivere in grassetto perchè sarebbe una decisione sacrosanta; lor signori, ma anche qualche signora, hanno blaterato di bavaglio, censura fascista, ecc. ecc. Manco per il cazzo: la pacchia deve finire. Se vuoi assentarti dal lavoro per cui sei pagato/a devi essere autorizzato dall'azienda (sanitaria) per cui lavori. Ogni altro/a lavoratore/ice che se si assenta, senza all'autorizzazione dell'azienda, incrina il cosiddetto rapporto fiduciario dovendo così subire le conseguenze. Voglio proprio vedere come farà il sig. F. E. P. che — non avendo il dono dell'ubiquità — era spesso e volentieri non presente sui luoghi di lavoro (l'università di Milano come ricercatore e l'istituto ortopedico “Galeazzi” come direttore sanitario). Immagino che questo suo andazzo continuerà finchè non gli verrà imposta la regola: senza autorizzazione niente interventi in tv, sul web, alla stampa e alla radio pubblica nella trasmissione Ugdp dove è stato invitato enne volte, anche più volte la settimana! Mi meraviglio dei virologhi-in-quanto-tali (perchè specializzati in scuola quadriennale), come Burioni e Bassetti, che hanno tollerato un "estraneo". Infatti il medico igienista sul lavoro, e specializzato in tossicologia, si è eletto virologo! Tecnicamente potrebbe, anche se non ha la laurea in microbiologia, ma — perdio — si definisca specialista in statistica sanitaria e biometria [clicca]. Tralasciando questi tristi individui, che andranno a rota senza comparsate, la settimana ha visto una vera e propria apoteosi della questione di fiducia. L'esecutivo l'ha posta cinque volte in 48 ore! Così il Parlamento ha approvato la riforma del processo (penale e civile) più la legge sul greenpass obbligatorio. Il premier è intervenuto all'Assemblea generale delle Nazioni Unite che quest'anno si svolge anche in "presenza" [dalla 65ª sessione, inizio e fine sono nel mese di settembre]. E' stato un intervento praticamente "divino" visto che nessuno ha avuto da ridire eheheh. A parte gli scherzi, ‘il Drago’ ha chiesto il ripristino delle libertà individuali (specie per le donne) nell'Afghanistan Emirato Islamico dell'Afghanistan. I talebani hanno chiesto di essere invitati al posto del fu Afghanistan, ma difficilmente lo specifico "comitato" darà il suo responso in tempo... Adesso passerei ai numeri del covid nel mondo: 232,29M casi e 4,757 decessi. Il trend della pandemia è in diminuzione dopo il "picco" dello scorso mese; infatti siamo passati da 746mila infezioni il 19 agosto a 382mila di ieri; il giorno 26 ci furono quasi 12mila morti, ieri poco più di seimila. Gli Stati Uniti vedono una flessione nei contagi giornalieri (da 196mila del 27 agosto a 131mila del 24 settembre); invece per i morti siamo ad almeno duemila al giorno da inizio mese! Finalmente s'iniziano a vedere cadere le restrizioni, specie in Europa; sembrano fare eccezioni alcune paesi dell'Est come la Romania dove a Timișoara è stato imposto il coprifuoco. Se date un'occhiata a questa mappa, potrete notare il ritorno delle "zone"; ben quattro sono in Italia! Adesso passerei alle notizie di vario tenore:oggi in Germania si rinnova il Bundestag; poi questi sceglierà il Cancelliere secondo un'articolata procedura. Come ben sapete ‘la mammina’ ha deciso di lasciare l'incarico che ricopriva dal 22.11.2005! I motivi di questa scelta, mai fatta dai precedenti sette Cancellieri, furono il calo dei consensi e anche la salute. Comunque sia, la durata dell'incarico (in quattro governi) non supererà i 5870 giorni di Helmut Kohl (cinque governi, dal 01.10.1982 al 27.10.1998). Ricordo che i mandati sono consecutivi, iniziano quando finiscono quelli del precedente Cancelliere federale o governo.a proposito di elezioni nazionali, ieri si sono svolte in Islanda; la coalizione di partiti attualmente al governo dovrebbe riuscire a mantenere la maggioranza (così è riportato da ilpost.it). Dal 1991 c'è un parlamento monocamerale: l'Althing con 63 seggi; la maggioranza è 32, l'esecutivo attualmente in carica — guidato da Katrin Jakobsdottir — ne aveva 34. Come al solito, inizio la "chiusura" con gli url sul covid; prima di elencarli segnalo che un paio di questi è stato tolto visto che la pressione ospedaliera si è notevolmente ridotta. Dopo diverse settimane torno a segnalare una positizia italiana, tratta dal portale delle belle notizie: Una gattina per i nonni, così la casa di riposo ha adottato Dolly. La ‘Viola’ nell'ultime tre gare ha raccolto sei punti, e quindi i conti sono presto fatti eheheh. Partendo da Atalanta–Fiorentina di sabato 11, è stata per così dire una vittoria di rigore: 1-2! Della formazione decisa da Italiano segnalo Terracciano titolare al posto di Drągowski; Castrovilli, Amrabat e Nico Gonzales in panca. Se non ci fosse stato il var, i locali sarebbero passati già in vantaggio al 10’; però l'arbitro è stato "richiamato" a guardare meglio l'azione, così ha annullato la rete per una posizione irregolare di Zapata. Però il sig. Marini di Roma ha sulla coscienza un ‘cartellino’ non sventolato a Pasalic per un fallo su Venuti che cadendo male a terra si è infortunato di brutto. Ovviamente la mia è una provocazione della serie ammonizione sacrosanta e chissà (il giocatore orobico non ha avuto cartellini!). I tre rigori decretati ci stavano tutti: quindi la doppietta di Vlahović [33’ pt e 4’ st] più il dimezzamento delle distanze di Zapata al 65’. Mister-simpatia Gasperini sul primo penalty ha fatto una pantomima davvero stucchevole; immagino che stia ancora protestando sbuffando chiedendo di rivedere l'azione eheheh. Sull'1-2, mancando quasi mezz'ora di gioco, ha davvero temuto il pari; meno male che Terracciano si è distinto in super parate. Inoltre l'innesto di Amrabat, al posto di Torreira, ha permesso di reggere meglio la forza d'urto dell'attacco orobico. Dušan è alla prima doppietta su rigore; lo score è di 57 reti su 41 gare ¦fonte¦! Come se niente fosse, passerei a Genoa–F. di sabato 18; Vincenzo Italiano ancora una volta ha deciso di "stupire" nell'undici iniziale: Martinez Quarta-Igor in difesa, Milenkovic a panca con Torreira, Duncan e Terracciano. Odriozola è partito titolare sulla fascia destra; idem per Castrovilli Gonzalez e Pulgar trequartista. Il primo tempo, forse a causa la pioggia copiosa, ha visto poche occasioni da rete; Birarghi ha scaldato i guantoni Sirigu su punizione; poi il portiere genoano dice no ad un tiro (deviato) di Bonaventura. I locali si sono visti solo una volta, e grazie ad un mezzo arrosto difensivo: Pulgar perde palla, Badelj serve Destro che tira su Dragowski in uscita. Nell'intervallo Italiano fa di necessità virtù; dovendo sostituire l'infortunatosi Gonzales, getta Saponara nella mischia... Questa scelta "coraggiosa" — che avrà fatto storcere la bocca non a pochi — è stata ripagata con uno stupendo gol dello stesso Saponara! Il trequartista-ala classe 1991 s'inventa un assist al bacio per Bonaventura: 0-2!! L'arbitro Mariani si è distinto per decisioni altalenanti: i suoi colleghi-fresconi Chiffi e Cecconi lo istigano ad andare allo schermo per un fallo in area viola che non c'è (Pulgar subisce il fallo); meno male che il fischietto romano non si fa infinocchiare... Poi vuole bene a Kokorin per un fallaccio su Behrami, ed infine s'inventa un clamoroso non-rigore al 96°! Igor sembra toccare l'ex compagno di squadra Badel che entrato in area stramazza a terra come colpito da un pistolettata eheheh. Mi meraviglio degli invertebrati al var che hanno fatto fitta di nulla; il giocatore viola proprio non tocca l'avversario. Forse a "velocità normale" si può essere tratti in inganno; ma il replay evidenzia la topica; consiglio a quei due di fare una visita approfondita agli occhi... Meno male che la gara è terminata un attimo dopo la realizzazione di Criscito. La terza vittoria consecutiva, curiosamente sempre con il risultato di 2-1, proietta i gigliati decisamente a sinistra della classifica; solo per poche ore, prima che scendesse in campo il Napoli, erano addirittura al primo posto! Tralasciando questi voli pindarici, Italiano è riuscito ad ottenere tre successi di fila come non accadeva dal settebre-ottobre 2019 [leggi]. Martedì 12, per l'anticipo del primo turno infrasettimanale, si è giocato F.–Inter. I campioni d'Italia venivano dal 6-1 sul Bologna, e dalla sconfitta in Champions con il Real nei minuti finale; Italiano ha scelto di fare turnover: Nastasic, Benassi (nel ruolo di terzino), Nico Gonzalez e Sottil dal primo primo minuto. Venuti e Castrovilli non sono andati nemmeno in panca dove invece si sono accomodati fra gli altri, Igor Callejon Amrabat. Il primo tempo dei gigliati è stato giocato a ritmi vertiginosi con due azioni pericolose nel giro di pochi minuti. Comunque sia, Gonzales propizia il meritato vantaggio mettendo nel mezzo una palla che Sottil deve solo appoggiare in rete! Drągowski, preferito a Terracciano, poi s'oppone ad una punizione di Calhanoglu. Nella ripresa l'Inter ha approfittato del calo della Fiorentina e così nel giro di pochi minuti hanno piazzato un tremendo uno-due con Darmian (52’) e Dzeko (55’)! Italiano ha provato con due cambi: Amrabat per uno spento Torreira ed il match-winner di Marassi Saponara per Sottil. Però l'inerzia della gara era ormai ad appannaggio dei neroazzurri; i gigliati avevano accusato il colpo. Le probabilità di pareggiare si sono azzerate con l'espulsione di Gonzales che ha protestato vivacemente verso l'arbitro. Questi, il sig. Fabbri, non aveva ammonito Bastoni (reo di avergli quasi strappato la maglia); l'argentino l'ha applaudito e così si è beccato due gialli in mezzo minuto! Drągowski evita l'1-3 su Brozovic; ma non può nulla, pochi minuti dopo, quando Perisic realizza al termine di un micidiale contropiede. Curiosamente la seconda sconfitta stagionale, prima in casa, è per 1-3; un altro particolare — non da poco — è che in cinque gare sia stato subito almeno un gol. Dopo tanto scrivere, ecco indicata la prossima gara|curiosità|probabili formazioni: Udinese(7)Fiorentina(9) fra due ore, sesta giornata ["racconto" di David Guetta dagli studi di RBT; Lorenzo Amoruso commento, Giovanni Sardelli inviato¦Dacia Arena] {capienza al 50%}. . L'Aglianese ha esordito con una vittoria rotonda (4-0); ma sicuramente l'inferiorità numerica degli avversari ha messo la gara discesa. Per la prima gara del campionato, domenica 19, c'erano 300 spettatori di cui alcuni provenenti dalla Lombardia ¦fonte¦; il terreno di gioco pesante per la pioggia caduta in mattinata non ha agevolato l'azioni di gioco. L'episodio determinante, come già ricordato, si è avuto al 25’ quando Motta rimedia il secondo cartellino. Ma solo al 35’ l'Aglianese concretizza la superiorità: Romeo crossa da posizione defilata e Zanon la piazza di testa alle spalle del portiere! Cinque minuti dopo, Romeo segna di rapina in un'azione con Brega protagonista. Anche la ripresa è stata dominata dei neroverdi: enne occasioni tramutate in gol da Artioli al 63’ e Brega (sottomisura) all'85°. Sia Zanon che Romeo sono alla loro prima rete in carriera, escluse le formazioni giovanili. Il primo classe 1996, mai aveva giocato in serie D; anzi avrebbe disputato 14 gare fra i ‘Cadetti’... Federico Romeo è alla seconda stagione fra i Dilettanti, dopo le 35 gare a Casale (12° posto finale). Il 23enne Artioli, anche lui difensore centrale come Romeo, è al quarto gol in carriera, escluse le formazioni giovanili. La scorsa stagione al Mezzolara ha collezionato 29 gettoni di presenza, 3 gol e 3 assist ¦fonte¦. Per Brega parla il suo score ad oggi: 89 reti in 75 gare (di cui 43 in serie C)! Mercoledì 22 si è giocato il primo turno di Coppa Italia serie D, competizione tornata dopo un anno; al “Germano Bellucci” si sono affrontate Aglianese e Scandicci. Mister Venturi ha giustamente optato per il turnover lasciando alcuni titolari in panca (Colombini, Giordani, Kouassi); molti altri invece non sono stati convocati. Immagino che gli ospiti fossero in formazione tipo, oppure molto più interessati alla Coppa, visto che si sono resi pericolosi fin da subito. La prima frazione si è comunque chiusa sullo 0-0; il meritato vantaggio dei blues è arrivato al 6’ della ripresa con Imbrenda; poi sono seguiti lo 0-2 di Santeramo al 71’ e lo 0-3 di Pierangioli al 79’. Così i neroverdi dovranno pensare solo al campionato; la Coppa Italia Dilettanti non è mai stata un'ambizione: l'ultima volta che l'Aglianese superò il primo turno fu nel 2018: A.–Prato 2-0. Infine vorrei segnalare la grana dei campi da gioco aglianesi visto che alla squadra è stato impedito l'ingresso al “Bellucci” per l'allenamento! E' servito l'intervento del sindaco, chiamato dai dirigenti o forse dallo stesso presidente Gabriele Giiusti. Questi ha poi rilasciato una dichiarazione spazientita, della serie "se si seguita, lascio baracca & burattini"... Il primo cittadino ha risposto per le rime: l'amministrazione comunale (almeno da quando c'è lui, giugno 2020) ha investito negli impianti da gioco; tutto per l'Aglianese che è messa indubbiamente meglio rispetto a società limitrofe (vedi Pistoiese o Prato). Spero che sia stato solo un "malinteso" perchè proprio non si può sentire che ad una squadra di serie D sia vietato l'ingresso allo stadio cittadino per allenarsi. Prossima gara, ormai solo di campionato, ed in trasferta nella Romagna|"anteprima": Forlì(3)Aglianese(3) alle 15, seconda giornata ¦risultati/marcatori tempo reale¦ {modalità biglietti; capienza 50%}. Come al solito, inizio la "chiusura" con gli url sul covid; prima di elencarli segnalo che un paio di questi è stato tolto visto che la pressione ospedaliera si è notevolmente ridotta. Sequela di url sul covid: pagina worldometers.info [situazione per ogni paese del mondo]; statistiche coronavirus in Italia [con report dal 24.02.2020]; sito di Roberto Battiston [con grafici e tabelle su Rt incidenza numero degli ‘infettivi attivi’]; "sintesi del giorno" [a cura del dott. Paolo Spada; resoconto giornaliero]; Nuovo Monitoraggio Regioni/PA [a cura di Vittorio Nicoletta; con percentuali occupazione posti letto, incidenze regionali fino a tre settimane prima, soglie per le fasce di colore]; italia_colori_covid.asp ["colori teorici" delle regioni a seconda dei dati odierni dell'incidenza e pressione ospedaliera]; focus vaccini; notizie live sul coronavirus in Italia e nel mondo. Giorni, due notiziati ed uno raccontato: dom. 19 {sputniknews.comItalia|mondo}, lun. 20, mar. 21, mer. 22 {sputniknews.comItalia|mondo}, gio. 23, ven. 24, sab. 25/ieri {cinquantamila.it¦i piU' LETTI oggi|settimana|mese}. A seguire: i fatti della settimana — dal 17 al 24 settembre — in venti foto; la rassegna d'istantanee settimanali ed atlantiche (giovedì 16-giovedì 23). Infine ecco le rubriche meteo-di-chiusura: previsioni per i prossimi cinque giorni e la tendenza nella settimana). Tanto per cambiare, sarà tempaccio & freddo; l'uniche regioni che avranno un rimasuglio di temperature miti saranno la Sardegna e Piemonte. Buona domenica, e anche inizio di settimana, da ‘Br73’ Raffaele che mercoledì prossimo farà l'onomastico come Gabriele e Michele (più le tante variazioni anche femminili ovviamente). 

novità sul sito

bella/e notizia/notizie

 news fenomeni/astronomia

 news astronautica 

 Fiorentina 

Pistoiese

Aglianese

Ferruccia

news 2021{I trimestre}

ARCHIVIO GENERALE