◄─ 26.07.'20

Ultime news

 HOME PAGE 

 domenica 2 Agosto 2020, ore 17:45

 Le news, come accaduto lo scorso 27 Giugno, escono giusto nel quarantennale di una strage: quella della stazione di Bologna. Fu un "nostro 11 Settembre" che praticamente segnò la fine della cosiddetta strategia della tensione. Purtroppo negli anni successivi, questa "tensione" non calò; anzi — scusate il gioco di parole — s'incanalò: nel terrorismo dell'ultima fase delle Br; nella Roma criminale stile Magliana (ante litteram del ‘Mondo di mezzo’); nelle guerre di camorra a Napoli e dintorni; nell'uccisioni e stragi della mafia. In particolare,  i successori di Riina decisero che era finito il tempo di coppola & lupara ; c'era da adeguarsi in un Italia che, come tutto il mondo, s'avviava verso la globalizzazione del Nuovo millennio. Questa è solo una mia "analisi" per carità; ma 40 anni sembrano non essere bastati per ottenere verità sulla strage di Bologna. Ancora oggi non si sa chi siano realmente i mandanti; i processi hanno però stabilito che la P2 pasturava i NAR, fondati dalla coppia di camerate Fioravanti-Mambro. Costoro — dopo la sentenza della Cassazione del 23.11.1995 — sono riconosciuti come esecutori materiali, punto. ‘Giusva’ era un attore-bambino con una discreta "carriera", iniziata nel 1961 a tre anni; girò alcuni caroselli e raggiunse la popolarità nel 1968 nella serie televisiva “La famiglia Benvenuti”. La sua ultima "interpretazione" fu nel pruriginosoGrazie... nonna”, uscito nel 1975. Interpretava un adolescente che seduce/viene sedotto la/da nonna, un Edwige Fenech allora 26-27enne, di nome Marijuana eheheh. La sua successiva carriera criminale, insieme a Francesca Mambro stile Bonny & Clyde, è davvero sterminata; forse uccise Piersanti Mattarella, ma la testimonianza al processo della moglie (che lo riconobbe come esecutore) non fu ritenuta attendibile. I due coniugi, sposati nel 1985 dopo essersi conosciuti fin da bambini, hanno sempre negato responsabilità con la bomba alla stazione di Bologna. I due, allora latitanti, dissero di essere stati la mattina a Padova e la sera a Treviso [leggi qui]; il presunto alibi non fu confermato. Anzi una testimone riconobbe Fioravanti come l'uomo che lasciò una valigia e se andò verso le 10:15; per la Mambro invece non ci fu certezza. I due hanno totalizzato 17 ergastoli (8 lui, 9 lei) e ben 218 anni di carcere! Per la cronaca, lui non si è mai pentito anche se ha incontrato alcuni parenti delle vittime; nel 1999 ottenne dopo 18 anni (invece che venti), la semilibertà. Nel 2004 ebbe la condizionale ed infine nell'Aprile 2009 è completamente libero dalla pena cumulativa secondo quanto stabilito dalla legge Gozzini. La moglie, ha riconosciuto la responsabilità morale di tutti i delitti dei NAR, compresi nove ergastoli per dieci omicidi. Le date del suo fine pena sono simili a quelle del marito: 1998 semilibertà, 2002 detenzione domiciliare speciale, 2008 condizionale; infine dal 16.09.2013 è una persona libera, avendo estinto definitivamente la sua pena (in carcere dal 1982 al 1998 circa). Estinto il debito con la società, gli rimane quello con lo Stato:  2.354.463.595,20 € stabiliti nel 2014. Stanno pagando, pena l'aumento della cifra ed interessi, con una quota dei loro stipendi da dipendenti di “Nessuno tocchi Caino”; mi sembra il minimo anche se ci vorranno millenni... A parte questo, la ricerca della verità deve continuare senza farsi influenzare da depistaggi che continuano fin dall'immediatezza: nonostante l'odore caratteristico dell'esplosivo che aleggiava sulle macerie, la colpa fu data ad una caldaia! Poi l'analisi sulle materie usate per la bomba furono fatte in ritardo di settimane, e solo in una zona circoscritta dal luogo dell'esplosione. Successivamente si è messo in dubbio la quantità di esplosivo usato, e gli "ingredienti"; ma il massimo si è toccato scomodando una pista palestinese ed il terrorista Carlos... Da qualche anno circola l'ipotesi che l'86ª vittima fosse una donna che portando una valigia, gli schiantò in mano! Cossiga addirittura farneticò trattarsi di <<un errore>>!! Come tutte le bugie, c'è un fondo di verità: dei resti (un lembo di faccia, una mano ed un femore) furono trovati sotto i vagoni del treno per Basilea sul binario uno. Inizialmente furono attribuiti a Maria Fresu, un'operaia fiorentina 24enne che sembrò essersi dissolta nell'esplosione che uccise la figlia di tre anni ed un'amica. L'analisi del dna dei resti, recuperati dopo l'esumazione ordinata nel 2019, hanno stabilito che non sono i suoi. Questa incongruenza è attribuibile ad una "ripartizione" di ciò che si trovò in diverse bare; infatti per togliere al più presto le macerie, s'usarono anche mezzi meccanici. Fatto sta che due "giornalisti", sicuri del sillogismo attentatrice esplosa = coniugi camerate innocenti, hanno mostrato una foto raccapricciante dove s'intravede uno scalpo con capelli. Vi risparmio quell'immagine e ricordo i fatti: la bomba fu piazzata sul muro portante di una delle due sale d'aspetto in maniera che provocasse il maggiore danno possibile (distruzione della pensilina ma anche d'eventuali treni in transito/fermi, schiacciamento da parte del tetto di chi era nelle due sale). Inoltre detriti, schegge sarebbero diventati micidiali proiettili, anche dalla distanza di decine di metri. Sembrò di tornare al bombardamento alleato di inizio Ottobre 1943 in cui venne distrutta la stazione ed alcuni quartieri (un'ottantina di morti, tutti civili). Verosimilmente fra 25-40 anni, si potrà avere qualche scampolo di verità. Dopotutto per la strage di Portella della Ginestra (del 1947) è finalmente "ammesso" che, oltre agli uomini di Giuliano, c'era altra gente con armi americane... Per avere un altro pezzetto di verità ci sarà ovviamente da attendere altri lustri eheheh. Scusandomi per il sarcasmo, passerei a vicende della settimana appena trascorsa; l'esecutivo ha prima ottenuto il prolungamento dello stato d'emergenza e poi il Parlamento ha consentito lo scostamento di bilancio. ‘Giuseppi’ ha giustificato la nuova proroga, fino al 15 Ottobre, con la necessità di non bloccare tutto l'apparato messo all'opera. Comunque sia, basta con i famigerati DPCM; sarà il Parlamento a discutere i decreti legge emessi dal Governo. L'impressione è che il lockdown non verrà ripetuto a livello nazionale; sennò il PIL crollerà definitivamente e con il cazzo che ci sarà un rimbalzo nel terzo trimestre come ipotizza Gualtieri. Costui dispensa ottimismo e sembra "accontentarsi" dei crolli peggiori registrati in Spagna o Francia. Passando all'ennesimo discostamento dal bilancio (altro deficit/debito da aggiungere al buco mostruoso di 2500 miliardi), al Senato — dove i numeri della maggioranza sono più esigui — hanno votato a favore anche senatori/ici del Gruppo Misto (fra cui lady Mastella); uguale consenso l'hanno dato Monti e la Cattaneo. Così il quorum di 160 è stato superato quasi di dieci; anche nella votazione per il via libera al processo a Salvini, la maggioranza è apparsa più forte: senatori/ici di Ivixi hanno votato a favore. Ricordo che in caso di condanna, anche nel primo grado, scatterà la decadenza; la boria del ‘capitano’ secondo me copre una certa strizza eheheh. Parlando adesso della situazione della pandemia di covid-19, siamo ad oltre 18 milioni di persone contagiate; i decessi sono il 6% dei cosiddetti casi chiusi: quasi 690mila. Gli Stati Uniti sono ancora primi, e staccati, nella classifica dei contagi: 4,7 milioni (e 158.000 morti)! Finalmente il numero delle persone ammalatesi in 24 ore è un po' calato; California, Florida e Texas hanno superato con oltre mezzo milione di casi lo Stato di New York. Intanto s'infiamma la stagione degli incendi californiani : il più pericoloso sembra essere ‘Apple’ che non ha niente a che fare con l'omonima multinazionale, situata nella Silicon Valley a Cupertino svariate centinaia di km più a Nord... Lo scorso 31 Luglio tre focolai separati nella contea di Riverside si sono uniti distruggendo 3mila ettari nella Cherry Valley. I vigili del fuoco hanno dichiarato l'incendio "fuori controllo"; 7800 persone hanno dovuto lasciare le loro case;  Los Angeles è meno di cento chilometri ad est. Infine riporto l'ennesima vaccata di ‘Donaldo’: rimandare l'elezioni di Novembre piuttosto che votare per posta! Ma nemmeno il Presidente può rimandarle; la decisione spetta al Congresso che solo per "metà" è in mano repubblicana. Al massimo ci potrebbe essere un rinvio di qualche settimana [leggi qui]. Tornando a parlare di coronavirus nel mondo, il Sudafrica è quarto in classifica con 503.000 persone ammalatesi in poche settimane; infatti ad inizio Luglio erano 168mila [vedi grafico in questa pagina]. In Cina si è registrato un nuovo picco come non accadeva da inizio Marzo; il ministro degli interni indiano è risultato positivo e si tema accada anche Modi ¦fonte¦. L'Australia vede il prolungamento di sei settimane del lockdown nello stato di Victoria, e della capitale Melbourne; scatta così il coprifuoco notturno, con divieto di celebrare i matrimoni e riunirsi in gruppi di oltre due persone. La spesa potrà essere fatta una volta al giorno, da una sola persona. In Europa il virus continua a picchiare duro : Spagna, Francia, Germania, Regno Unito (nuove misure per la popolazione del nord), Romania, Israele (un ministro contagiato e tre in quarantena). Nel Belpaese, diversi giorni con contagi sopra 300 avevano fatto temere il peggio; poi siamo tornati a poco più di 200. Fortunatamente i decessi si contano sulle dite di due mani. Le regioni più colpite sono Veneto (che ha un focolaio in una caserma trevigiana), Emilia e Lombardia. Anche il Lazio vede focolai specie nel litorale; due navi da crociera in isolamento sono a Civitavecchia. Infine nel Mugello ben 250 persone sono state poste in isolamento. La situazione ad oggi, regione per regione, è qui consultabile. Infine eccoci alle condizioni di Alex Zanardi che al San Raffaele è stato sottoposto ad un intervento chirurgico, resosi necessario per stabilizzare dei parametri. Trapela un certo ottimismo; ma ovviamente la prognosi resta riservata ¦pagina con continui aggiornamenti¦. Adesso chiudo con i consueti link a tema di coronavirus : pagina worldometers.info sull'Italia; pagina con i bollettini dei numeri sulla pandemia/epidemia dal 29 Febbraio; www.curaitalia.it; il countdown verso la fine della pandemia (dove sono conteggiati per ogni provincia i giorni a contagio zero), Statistiche coronavirus in Italia (fra qui le variazioni giornaliere dal 20 Febbraio); Monitoraggio fase 2 coronavirus (tutti i report settimanali dall'inizio della fase con incidenza e stima dell'Rt). Dopo questi url sul coronavirus in Italia, ecco i "giorni raccontati" della settimana: dom26 {sputniknews.com Italia|mondo}, lun. 27, mar. 28, mer. 29 {sputniknews.com Italia|mondo}, gio. 30, ven. 31 Luglio, sab. 1° Agosto/ieri {sputniknews.com Italia|mondo}. Infine chiudo con la rassegna di foto atlantiche (giovedì 23-giovedì 30 Luglio) e la mia consueta "cinquina": Iuna miriade di persone che si rinfrescano in una piscina con le onde del parco acquatico di Guiyang, provincia cinese del Guizhou. IIconcorrente che si tuffa dal ricostruito Stari Most di Mostar per 24 metri fino al sottostante fiume gelido, la Narenta. E' tradizione che i giovani della città si cimentino in questa tradizione che va avanti, sicuramente, dal 1664. IIIl'ormai incanutito ex presidente Obama che rende omaggio alla salma di John E. Lewis, ultimo dei ‘Big Six‘ che parteciparono alla marcia su marcia su Washington, ma anche membro della Camera dei Rappresentanti per lo stato della Georgia dal 1987. IVripresa impressionante dei pellegrini che girono intorno al Kaʿba, al centro della Sacra Moschea della Mecca. A causa della pandemia di covid il pellegrinaggio è stato riservato a soli mille pellegrini. L'autorità hanno stabilito che questo "privilegi"-precetto sarà riservato a cittadini dell'Arabia Saudita, tutti under 65. I criteri di scelta non sono noti [leggi qui]. Ovviamente dovranno mantenere le distanze, e lo potranno fare percorrendo cerchi segnati sul terreno. Alla fine del pellegrinaggio, che dura rigorosamente cinque giorni (quest'anno dal 28 Luglio al 2 Agosto), dovranno stare in quarantena. Vdecollo verso il pianeta del razzo Atlas-V, alla cui sommità c'è sonda Mars-2020 (con a bordo il rover Perseverance e l'"elicottero" MHS). La Fiorentina, matematicamente salva dopo il 2-0 sul Torino, ha raccolto tre punti in due gare: prima il beffardo 2-1 all'Olimpico con i giallorossi e poi il sontuoso 4-0 sul Bologna nell'ultima apparizione casalinga della stagione. Iniziando da Roma-F. di domenica 26 Luglio c'è da dire che Iachini ha schierato una formazione catenacciara con anche Chiesa in mediana... I soli Kouamé e Ribery si sono dovuti accollare tutto il fronte d'attacco. La partita per mezz'ora è stata giocata a ritmi blandi con un certo predominio dei locali; ma nel finale si è accesa: prima Kouamé girava a colpo sicuro un bel pallone passatogli da Chiesa; sarebbe stato gol se il tiro non fosse stato intercettato, mannaggia a lui, da Ghezzal impalato in offside davanti al portiere... Al 45’ Lirola commette un fallo, ingenuo quanto inutile, su Bruno Peres che lo sopravanzava seppure in posizione defilata. Il signor Chiffi ci ha pensato un attimo indicando poi il dischetto. Della trasformazione se ne è occupato Veretout: pallone da una parte, Terracciano dall'altra. Subito dopo Pulgar batte una punizione dalla distanza, Pezzella — smarcato in area piccola — tira al volo cogliendo il palo! Negli spogliatoi, Iachini lascia Ribery e Kouamé inserendo Vlahovic e Cutrone; la Roma sembra controllare, ma al nono arriva il pari con Milenkovic che devia di testa un pallone "ad effetto" calciato dal corner ad opera di Pulgar. I giallorossi sfiorano poi il vantaggio con Mkhitaryan che coglie il palo; l'azione era stata propiziata da Spinazzola, bravo anche a saltare Chiesa in posizione da terzino... La dea bendata sorride ancora ai viola con Kolarov, il cui tiro-cross s'infrange sullo stesso legno di prima. Ma mica finisce qui: il pallone viene rimesso in area, un gigliato rinvia sbilenco al limite dove un avversario appoggia per Peres che spara il bolide; Terracciano respinge, la sfera s'impenna e Dzeko — chiuso nella visuale dal portierela sbuccia sul fondo. Il "direttore di gara" (virgolette d'obbligo) sciagura-Chiffi indica incredibilmente il dischetto perchè a suo dire Terracciano avrebbe fatto fallo sull'avversario che ormai aveva tirato a lato. Inoltre il tapino aveva anche toccato la sfera al momento dell'assist a Peres; la regola vorrebbe che l'arbitro fischi la palla a due. Nemmeno per il cazzo: nessun dubbio per il memente, supportato dal suo pavido collega al var sciagura-due Mazzoleni (che farebbe bene andare in pensione, dopo aver rischiato la buccia per il cancro). Sul dischetto è tornato Veretout, Terracciano immobile e 2-1... Nel finale i giocatori hanno continuato a discutere con il fischietto padovano, ma ormai la frittata era fatta. Ovviamente l'incompetente si è ben guardato da segnalare l'errore tecnico che avrebbe portato alla ripetizione della gara. La società in una nota del giorno dopo ha fatto presente che non ci sarebbe stato ricorso visto le minime possibilità d'accoglimento. Però è stato posto un "limite": la società continua a farsi promotrice affinché il dialogo istituzionale tra i vari soggetti del mondo del calcio porti presto a regole più chiare e uniformi, così da ridurre il più possibile i margini di errore. Speriamo solo che questi due fresconi non capitino sulla strada della Fiorentina, visto che i loro errori/orrori sono diventati abitudine... Dopo aver masticato amaro per qualche giorno, si è arrivati a F.-Bologna di mercoledì 29; Iachini ha deciso di schierare Chiesa fin dall'inizio, in attacco sulla fascia invece che fargli fare il terzino. Inoltre sono tornati titolari Venuti, Dalbert e Castrovilli. Ribery chiaramente stanco, e anche acciaccato, si è accomodato in tribuna; giusto così. Il primo è stato avaro d'emozioni anche perchè le squadre hanno giocato al piccolo trotto: prima Sansone manca di pochissimo la deviazione in scivolata e poi Chiesa tira su un avversario a porta sguarnita. La frazione si è chiusa con una staffilata di Dominguez che sibila di poco sopra la traversa. Nella ripresa la testa dei giocatori felsinei è rimasta negli spogliatoi dato che non si renderanno mai pericolosi: al 48’ Chiesa piazza il tiro al termine di una bell'azione manovrata dai compagni; Medel girato devia la sfera che spiazza il proprio portiere: 1 a 0! Sette minuti dopo Federico realizza gol strepitoso avventandosi sulla respinta di Skorupski; l'azione insistita è tutta sua. Al 29’ —con la difesa ospite completamente in bambola — Milenkovic aggancia un pallone in area piccola e lo gira in rete: 3-0! Infine all'89° super Chiesa converge da sinistra a destra e batte Skorupski con un tiro ad effetto!!! Il giocatore addirittura corre sui gradini della tribuna coperta per abbracciare personalmente Ribery. Speriamo che questa sua esultanza, in una gara da protagonista, non sia il commiato da Firenze... Tecnicamente con la tripletta (la prima in carriera) si porterebbe il pallone a casa, ma per un "purista" come me l'1-0 sarebbe autorete. Il giorno dopo la società ha deciso di rompere gli indugi: Iachini allenatore anche per la prossima stagione. Il presidente ha voluto premiare il tecnico per l'impegno ed il lavoro dimostrato; gli era stata chiesta la salvezza e ‘Beppe’ l'ha ottenuta. E' riuscito a risollevare una squadra che a Dicembre era alla canna del gas, inoltre ad aggravare la situazione, lo spogliatoi era ormai spaccato. Il tecnico marchigiano con il cappellino calcato sulla testa ha dato tutto quello che poteva, beccandosi pure il covid. Però anche lui deve cambiare modulo di gioco: e si vogliono inseguire obiettivi superiori al decimo posto, servono sì giocatori, ma anche un modo preciso di farli giocare... Prossima ed ultima gara per agguantare il decimo posto, "a sinistra" della classifica: Spal(20,ultima)Fiorentina(46,decima*)1-3highlightssintesi│"pagelle"decimo posto finalefra un quarto d'ora, trentottesima giornata/ultima di ritorno {a porte chiuse }. * insieme ad altre due squadre. Passate buone vacanze, se siete partiti in questo primo infuocato weekend d'Agosto. Nei prossimi giorni il caldo dovrebbe dare una tregua secondo l'ultimissime previsioni meteo. Speriamo che non ci siano "eventi estremi"/‘bombe d'acqua’ come accaduto a Milano con l'ennesima esondazione dell'immondo Lambro e del tombato Seveso. In caso, saluti e maltempo (ma solo per mitigare la calura) da ‘Br73’ Raffaele.

 P.S.  La "direttiva Renzi" del 2014 doveva togliere il cosiddetto segreto di Stato da certe vicende, ma anche notizie [vedi i verbali del Cts sull'emergenza covid]. I famigliari delle vittime della strage di Bologna hanno denunciato che nei documenti "desecretati" i nominativi sono rimasti tali: cioè coperti da un tratto nero... Questo perchè tale direttiva, emessa dal pentolaio dopo pochi mesi dal suo insediamento è una sòla: le vicende si possono sapere, ma i nomi delle persone no! Sarebbe il caso che il premier (e tutti i rappresentanti dell'esecutivo) — che dopo 40 anni impedisce di conoscere la verità sulla strage di Bologna — rimangano in silenzio. NON HANNO DIRITTO DI PARLARE, punto.  

 news astronomia  

news astronautica

Fiorentina

"             "

 Pistoiese  

  "           "  

 Aglianese 

 Ferruccia 

 "           "  

news 2020 {I trimestre}

 

ARCHIVIO GENERALE