CONTO DEL MACELLAIO  PER LE PERSONE CADUTE SUL LAVORO

L'ammiraglio Nelson durante la guerra a Napoleone, per sapere quanti soldati fossero caduti, urlava al suo attendente: <<Quale è il conto del macellaio, oggi?>>. Le morti sul lavoro in Italia hanno numeri da guerra civile; ecco a quanto ammonta il conto dall'inizio dell'anno: 321 + altri 368 (176 medici, 46 infermieri/e, operatori/ici sanitari, 105 parroci, poliziotti/e, carabinieri, cassiere, 15 farmacisti/e, impiegati/e) per la pandemia del ‘nuovo coronavirus’.

La media  ad oggi [215° giorno] è 3,13; cioè tre lavoratori/ici ogni 24 ore.

La "proiezione" al 31.12.'20 — tenendo questa media — sarà 1172.

 

Clicca sul quadro di Carlo Soricelli per consultare il suo ‘‘Osservatorio indipendente’’ che tiene il conto, aggiornato e dettagliato, di tutte le persone che perdono la vita mentre svolgono un'attività lavorativa, indipendentemente dalla loro posizione assicurativa e dalla loro età.

 

Osservatorio indipendente di Bologna dei morti sul lavoro

 

◄─ 2019                          HOME PAGE